E' uscita la seconda edizione del libro "La Saga dei Bardanzellu. Le alterne vicende di una famiglia sarda", presso "Edizioni del Faro", Trento, http://www.edizionidelfaro.it/, acquistabile in internet e nelle librerie convenzionate con la casa editrice
  Tre secoli, dieci generazioni

Generazioni:   1^ | 2^ | 3^ | 4^ | 5^ | 6^ | 7^ | 8^ | 9^/10^

Home Page

 

Secondo Lorenzo Manconi (cfr.: Dizionario dei cognomi sardi, Cagliari 1987) e  Massimo Pittau (cfr.: I cognomi della Sardegna, Roma 1992) il cognome Bardanzellu ha una derivazione di mestiere. I Barrantzellos erano una milizia cittadina, organizzata in gruppi di 30 volontari più un Capitano e un Tenente, impiegata per reprimere i furti di bestiame e, spesso, anche il banditismo.

Erano gli allevatori stessi a comporre la milizia volontaria e a corrispondere agli ufficiali (cioè i Barrantzellos veri e propri) una specie di contributo assicurativo sui propri armenti.  In cambio, i Barrantzellos s’impegnavano a risarcire i danni causati da furti, atti vandalici e sconfinamenti del bestiame che non riuscivano a recuperare e a punire.

La prima citazione della loro esistenza risale al 1572 ed è una petizione del Sindaco di Sassari al Parlamento Sardo, con la quale si chiedeva di estendere a tutta l’Isola la giurisdizione di tali milizie. Oggi sono detti “Barracelli” e in alcuni paesi della Sardegna esistono ancora .

Se tale ipotesi si rivelasse fondata il primo Bardanzellu è stato uno di loro.          

 

Nella canonica di Martis (SS), a una quindicina di chilometri da Sedini, vi è un quadro del pittore Andrea Lusso, risalente al 1595, dedicato al “Miracolo di San Pantaleo”; effigiata in basso al dipinto è l’immagine del Sacerdote che lo ha commissionato: Antonio Baldoncello. Forse costui potrebbe essere stato un nostro antenato. Inoltre, nel 1604 e nel 1633, nel villaggio abbandonato di Speluncas (a pochissimi chilometri da Sedini), è documentato tale Giovanni “Barduncellu” o “Bardunzellu” in qualità testimone di un matrimonio e di padrino di una cresima (dagli atti parrocchiali superstiti del villaggio e della vicina Sedini, però, non risulta nessun nato o deceduto a nome Bardanzellu o similari).  

 

Il paese che, invece, documenta la presenza più antica del cognome Bardanzellu, secondo la sua attuale forma (e, prima del 1730, come Bardancellu), è Luras, posto a 508 m. di altitudine alle pendici del Monte Limbara. Consultando i registri dell'Archivio Storico della sua Chiesa parrocchiale Nostra Signora del Rosario, inoltre, è stato possibile risalire ai capostipiti luresi di tutti i rami attualmente maggioritari della famiglia: quelli luresi, olbiese, nuorese, romano e gallurese. Ogni altro collegamento con individui di altri paesi, con cognomi similari, ma vissuti in epoche più lontane, sembra doversi escludere.

 

 

Le fonti che sono state utilizzate per narrare questa storia sono state: a) L’Archivio storico della Chiesa Parrocchiale Nostra Signora del Rosario di Luras, dove sono stati individuati 55 atti di battesimo, 25 atti di matrimonio e 22 atti di morte; b) L’Archivio storico della Chiesa Parrocchiale S. Paolo di Olbia, con la collaborazione di Achille “Chicco” Bardanzellu, dove sono stati individuati 49 atti di battesimo, 20 atti di matrimonio e 34 atti di morte; c) L’Archivio di Stato Civile dei Comuni di Luras (dove sono stati annotati 33 atti di nascita e 21 atti di morte), di Roma (22 schede informatizzate e 1 atto di matrimonio) e di Olbia (2 atti di morte); e) sopralluoghi nei cimiteri comunali di Luras (dove sono state identificate 26 sepolture), di Olbia (16 sepolture), Tempio Pausania (3 sepolture) e La Maddalena (2 sepolture); f) gli appunti “notizie della mia famiglia” raccolti da Giorgio Bardanzellu di Luras nel settembre 1946 e messi a disposizione dalla nipote Maria Vittoria; g) ricordi personali di Giorgio Bardanzellu, Agnese Giua di Olbia, Claudio Bardanzellu di Roma ed altre ricerche effettuate sempre da Achille “Chicco”; h) bibliografia all’interno specificata; i) notizie acquisite nel web, tramite motori di ricerca.

Tre secoli
dieci generazioni
Il luogo d'origine:
Luras
Albero genealogico
Tanti auguri
Dicono di noi
Siti collegati
Contattaci
L'autore

La Saga dei Bardanzellu è un progetto "Uomo ancoriforme"

 

      

 

>